Presentazione

Data

dal 1 Settembre 2021 al 30 Giugno 2022

Descrizione del progetto

l progetto si prefigge di adeguare il nostro stile di vita all’ambiente ed al paesaggio in cui viviamo, al fine di giungere ad una migliore qualità di vita e ad una gestione più consapevole dello spazio in cui crescere, formarsi ed integrarsi nel rispetto di ogni livello di partecipazione sociale.

L’attività pratico operativa rappresenta un’occasione per l’inclusione di tutti gli alunni nonché uno strumento accattivante di motivazione all’impegno, allo studio, alla conoscenza; favorisce i momenti di cooperazione con i coetanei in attività di gruppo stimolanti e creative, privilegia il rafforzamento di una coscienza ecologica.

Il progetto utilizza gli ampi spazi esterni della scuola secondaria e in particolare il giardino, dove si trova una serra tunnel in cui si può ‘lavorare’ durante tutto il corso dell’anno scolastico.

Le attività all’aperto si concentrano principalmente nel periodo autunnale (semina di cereali) e in quello primaverile (talee, semine e trapianto di piante da orto in piena terra).Gli alunni organizzano anche una mostra-mercato nel giardino della scuola o presso il mercato settimanale del paese per mostrare le piante da orto e gli ortaggi coltivati nell’ambito del progetto.

Da alcuni anni, grazie anche alla presenza in giardino di una bella pianta di gelso, si realizza in primavera l’allevamento didattico dei bachi da seta, dalla schiusa delle uova alla formazione dei bozzoli.

Il nostro Istituto collabora con Coldiretti Pistoia con cui condivide progetti formativi che affrontano i temi della sostenibilità, della tutela dell’ambiente, della legalità sviluppati attraverso la chiave del cibo e del mondo della campagna. Tali progetti prevedono la realizzazione di percorsi distinti per ciascun grado di istruzione; la formazione in aula sarà integrata da esperienze pratiche quali la visita ad Orti Urbani e fattorie didattiche.

Obiettivi
  • Strutturare il percorso di formazione degli alunni che curi il presente e pensi al loro futuro, facilitandone il passaggio tra gli ordini di scuola dell'Istituto e creando un ambiente scolastico in cui si riconoscano e constatino nel lungo periodo il lavoro svolto. 
  • Far acquisire ai bambini e ai ragazzi la consapevolezza di possedere le risorse necessarie per riuscire a svolgere un’attività che offra un contributo alla loro individualità e alla comunità. 
  • Migliorare le conoscenze degli alunni sulle caratteristiche, sul ciclo vitale e sulla stagionalità delle principali piante coltivate, attraverso l’osservazione diretta e la misurazione della loro crescita, e fornire loro notizie sulle attività agricole svolte nel territorio, anche in una prospettiva storica. 
  • Contribuire all’acquisizione da parte degli alunni del metodo scientifico di osservazione dei fenomeni naturali, mediante misurazioni ripetute nel tempo ed elaborazione statistica dei dati (calcolo della media, realizzazione di tabelle, istogrammi e ideogrammi). 
  • Costruire un percorso sinergico fra le varie strutture educative, basato su metodologie, obiettivi didattici ed educativi e contesto relazionale condivisi, promuovendo la conoscenza, la cura e la tutela del territorio e valutandone l'opportunità oltre che formativa anche professionale. 
  • Creare contatti e progetti con istituti secondari superiori, in particolare con la scuola secondaria Istituto Agrario “Barone de Franceschi” in previsione dell'inserimento di alcuni alunni. 
  • Diminuire la dispersione scolastica promuovendo l'autostima e la percezione di se' come parte integrante di un sistema condiviso in cui costruire relazioni è fondamentale a livello personale e sociale. 
Luogo
Scuola Secondaria di primo grado “Enrico Fermi” – Casalguidi

Via Provinciale Montalbano 397 Casalguidi (PT)

Responsabile
Partecipanti

Alunni della Scuola Primaria e Secondaria