Cosa fa

Esso ha il compito di:

  • formulare proposte al Collegio dei Docenti in ordine all’azione educativa e didattica;
  • formulare proposte al Collegio dei Docenti in ordine ad iniziative di sperimentazione;
  • agevolare ed estendere i rapporti reciproci tra docenti e genitori;
  • esprimere parere sullo svolgimento di attività integrative, inclusi viaggi di istruzione e visite guidate;
  • esprimere parere sull’adozione dei libri di testo;
  • verificare l’andamento complessivo delle attività didattiche.

Le competenze in materia di programmazione e valutazione e quelle relative alla realizzazione del coordinamento didattico e dei rapporti interdisciplinari spettano al Consiglio di interclasse con la sola presenza dei docenti.

Il Dirigente Scolastico convoca il consiglio di interclasse e ne stabilisce l’ordine del giorno.

Il consiglio si riunisce con cadenza bimestrale, in orario extrascolastico.

Il consiglio di interclasse è composto dai docenti di classi parallele o di plesso (compresi i docenti di sostegno contitolari nelle classi interessate) e, per ciascuna classe, da un rappresentante dei genitori eletto all’inizio di ogni anno scolastico.

È presieduto dal Dirigente Scolastico o da un docente, suo delegato, facente parte del Consiglio.

Le funzioni di segretario sono attribuite dal Dirigente Scolastico a uno dei docenti membro del consiglio stesso.

Il Consiglio di interclasse si rinnova annualmente.